Corsi e laboratori

In questa sezione troverete alcuni dei laboratori che conduco. Per ulteriori informazioni su questi o sugli altri miei corsi non esitate a scrivermi.

Tutti i corsi proposti sono fruibili anche attraverso la piattaforma Zoom.

LETTURA ESPRESSIVA

Corso per amanti dei libri.

Premessa

Leggere è un piacere, un modo per conoscere se stessi e il mondo. È un’attività solitaria, silenziosa, eppure può nascere in noi il desiderio di condividere quanto si è letto, o anche semplicemente di sentirlo risuonare fuori dalla nostra mente.

Leggere a voce alta è un modo per entrare diversamente dentro a un testo. Richiede un’attenzione agli aspetti formali della frase, al ritmo con il quale è costruita, alle diverse voci che di volta in volta parlano dentro a una pagina. Gli aspetti formali non prescindono mai – nel caso della buona letteratura – dal contenuto, anzi ne sono veicolo. Occuparsene significa approfondire in primo luogo il senso di ciò che è stato scritto.

Questo corso è per chi ama la letturatura, per chi ama leggere e desidera farlo a voce alta. Per i propri amici, per gli allievi o per se stesso.

Percorso:

Il corso si articola in due fasi:

Prima fase: lavoro sugli incipit di romanzi celebri. Ai partecipanti vengono proposti vari incipit tratti da classici della letteratura moderna e contemporanea. In questo modo ci si confronterà coi differenti stili di scrittura, soffermandosi su uso e funzione di punteggiatura, sulla prosodia, sulla costruzione del periodo.

Seconda fase: preparazione di un racconto – o romanzo breve – a scelta di ciascun partecipante. Prenderemo familiarità con i tono, ritmo, volume, mordente, colore nelle frasi che leggiamo, per poterli utilizzare al meglio. Il lavoro formale sarà sempre accompagnato dall’analisi del testo.

Nel 2020/2021 il corso – a mezzo Zoom – è attualmente tenuto in collaborazione con Hangar Teatri (Trieste).

DISCORSO

10 INCONTRI PER UN ELOQUIO ORIGINALE

Premessa

Il podcast si sta affermando ovunque come un valido e sintetico strumento per diffondere contenuti. Per utilizzarlo al meglio, alla validità dei contenuti proposti va affiancata un’altrettanto valida presenza vocale.

Quando parliamo, non sempre facciamo centro. Crediamo di avere un chiaro obiettivo comunicativo, eppure non riusciamo ad essere efficaci: un approccio aggressivo al testo, un eloquio piatto che tradisce l’eccessivo autocontrollo o, al contrario, un ritmo vorticoso del parlato che travolge chi ascolta.

Questo corso è per tutti coloro che desiderano utilizzare al meglio la propria voce e trovare i propri punti di forza e pecularità comunicative.

La comunicazione richiede contatto, relazione: con se stessi, con le parole che si pronunciano, con chi ascolta, e noi lavoreremo affinché questa relazione diventi possibile, reale, semplice.

Come si entra dentro un testo con la propria voce?

Come si evita un eloquio monotòno?

Imparando ad ascoltarsi, imparando a familiarizzare con le parole, scoprendo quanto “corpo” ci sia dentro la voce, quale arco melodico possa racchiudere una frase. Imparando a leggere un testo come uno spartito, fatto di pause, controtempi, timbri, accelerando, sincopi…

Obiettivo

Scopo del corso: acquisizione di una maggiore consapevolezza della propria voce, delle proprie potenzialità comunicative peculiari, ai fini della costruzione di una presenza vocale orginale che valorizzi i propri podcast.

Il percorso

Ogni lezione si articola in 3 momenti:

A. Respirazione e riscaldamento vocale.

B. Lettura guidata e preparazione di uno o più brani concordati in precedenza con ciascun partecipante. E’ possibile che la conduttrice proponga ad hoc ad un partecipante un brano, in base alle esigenze emerse.

C. Analisi delle caratteristiche dell’eloquio di ciascun partecipante (capacità di modulare, ritmo, tono, mordente, colore, volume, scansione ecc.). Abitudine all’ascolto attivo dell’altro.

SCIENZIATI ALLA RIBALTACorso di Teatro/Scienza

Corso di teatro per gli amanti della scienza e della scena

Premessa

Scienziati/e ed artisti/e: entrambi partecipano con passione all’ “avventura umana di dare senso al mondo”.

Portato avanti per tre edizioni presso la Sissa – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati – in collaborazione con il Sissa Club – “Scienziati alla ribalta” si propone di scopo di avvicinare due modi di rapportarsi alla realtà, quello scientifico e quello teatrale.

È anche un’occasione per giocare seriamente con la scienza.

Destinatari:

Scienziati curiosi o annoiati, istrionici o timidi, logorroici o monosillabici, ipercinetici o immoti possono, attraverso il teatro:
– amplificare la loro abilità comunicativa e
capacità di catturare e mantenere l’attenzione del pubblico.
– costruire e mettere in scena un breve testo teatrale (in forma di monologo o dialogico) a partire da un argomento scientifico scelto.

Come dice Denis Guedj, “anche i concetti possono dare emozioni“. Purchè si sappia come raccontarli.

Nel settembre 2020, “Scienziati alla ribalta” ha avuto un seguito importante:
a partire dai canovacci elaborati durante il corso, i partecipanti hanno recitato in A B asic sC ience / L’ABC della scienza, progetto di Diana Höbel, realizzato in collaborazione con il Cut di Trieste, ed inserito all’interno del Science in the City Festival nell’ambito di ESOF 2020 (Trieste). Dieci brevi monologhi a tema scientifico, di circa 15’ ciascuno, sono stati rappresentati, a ciclo continuo, in italiano e in inglese, in Piazza Verdi in occasione dell’EuroScience Open Forum.

È stato il nostro modo per rendere in modo semplice ed attraente contenuti complessi, per un pubblico generalista.

MARATONA ORLANDO

Laboratorio di preparazione alla lettura ad alta voce de L’Orlando Furioso

In occasione della mostra
Orlando furioso 500 anni
a cura di Fondazione Ferrara Arte
in collaborazione con Pinacoteca Nazionale di Ferrara, Teatro Comunale di Ferrara e Biblioteca Ariostea

il 2 e il 3 dicembre 2016, nel Salone d’Onore della Pinacoteca Nazionale al piano nobile di Palazzo dei Diamanti di Ferrara, si è svolta la MARATONA ORLANDO, maratona di lettura integrale e continuativa dell’Orlando furioso.

L’evento, coordinato dall’Associazione Ferrara Off, ha coinvolto attori, non attori, studenti e cittadini desiderosi di partecipare a un’esperienza comunitaria. I 46 canti dell’Orlando furioso sono stati suddivisi fra tutti i partecipanti: voci soliste si sono alternate a cori, a letture a canone, a libere interpretazioni. La sfida è stata quella di ridare vita al poema a 500 anni dalla sua nascita, e di riscoprire il piacere di leggere, assaporare e condividere la forza di uno dei capolavori della letteratura.

Alla preparazione degli studenti delle Scuole Secondarie di 2° che hanno aderito al progetto ha collaborato l’attrice Diana Höbel, cui è stata affidata l’apertura della Maratona, con la lettura del Primo Canto del poema ariostesco.